Come ti sembra questa idea?

Lascia un commento

Lascia un commento

3 Commenti

Nicola - un anno fa

Salve io ho fatto eseguire una ristrutturazione nel 2015 e sono già 2 anni che usiamo il riscaldamento a pavimento in tutta la casa compresi i bagni, posso dire che quando si ritorna a casa la sera il clima è molto confortevole in qualsiasi punto delle stanze. La temperatura di entrata dell'acqua nel circuito è di circa 30 gradi e col termostato manteniamo una temperatura costante di 20 gradi, anche il gatto gradisce le piastrelle del pavimento tiepide, lo consiglio vivamente a chi è un pò scettico.

Nota: Farsi installare una buona caldaia a condensazione per avere un buon risultato.

Enrico Pierobon - un anno fa

Che sia confortevole sicuramente. Per la temperaura costante non è proprio vero, perchè quando la temperatura si abbassa in modo rilevante di notte o in poche ore, dopo 4-5 ore la temperatura scende, sempre per il problema del tempo di sfasamento termico dell'impianto a pavimento, più alto è il massetto e più alto è pure lo sfasamento, che comunque c'è in ogni caso, perchè per riscaldare una stanza da 10 gradi, l'impianto ci mette comunque 3 o 4 volte di più se avessimo invece dei termosifoni che arrivano a dispedere il calore da 50-60 gradi.

Isabelladimitri - un anno fa

Salve,

sono un soggetto allergico alla polvere e garantisco che le esalazioni per effetto della convezione si hanno anche con il riscaldamento a pavimento: è risaputo, infatti, che i moti convettivi trasportano sia polveri che tutto ciò che viene utilizzato per la pulizia (come quando l'acqua bolle in una pentola), e, essendo posizionato su tutto il pavimento, solleva polveri ed esalazioni verso l'alto e in particolare verso il nostro naso e la nostra pelle.

Come dicevo sono un soggetto allergico e voglio raccontarvi la mia esperienza reale:

alcuni anni fa avevo preso in affitto un appartamento con riscaldamento a pavimento...passando molte ore in casa mi riempii di bolle pruriginose che durarono tutto l'inverno. I medici non seppero dire altro se non che si trattava di una reazione allergica.

L'anno seguente mi sono trasferita e il problema, da allora, non si è mai più ripresenteto.

Ora sono convinta che la reazione è stata provocata dal tipo di riscaldamento e per questo motivo io non comprerei mai una casa con riscaldamento a pavimento.

Giuseppe - 7 giorni fa

Il riscaldamento a pannello riscalda tanto fin troppo. Quella leggera umidità, che ci serve per respirare meglio, con tale sistema svanisce. E' necessario tenere aperto qualche finestra.

Ricorda che puoi anche chiedere preventivo di Riscaldamento.